22379
post-template-default,single,single-post,postid-22379,single-format-standard,theme-stockholm,qode-social-login-1.1.3,qode-restaurant-1.1.1,stockholm-core-1.2.1,woocommerce-no-js,select-theme-ver-5.2.1,ajax_fade,page_not_loaded,boxed,wpb-js-composer js-comp-ver-6.1,vc_responsive

Fidati di me

Tra le navate della chiesa si libera il mormorio di un violino.
I mosaici delle vetrate tracciano sentieri multicolori tra le panche di legno e velluto.
Una lama di luce taglia in due l’altare di marmo e una lacrima di cera scivola sull’unica candela rimasta accesa ai piedi del crocifisso.
Dalle pagine consunte di un breviario spunta un foglio bianco su cui è stata scritta una parola.
Amen.

Amen appartiene alla lingua aramaica, quella che usava Gesù nella vita di tutti i giorni.
Si scrive amen e si pronuncia “amèn” che deriva dal verbo “aman” e significa “stare fermo”.
Come l’atmosfera immobile di un santuario.
Come l’incrollabile sicurezza di credere.
Come l’intima convinzione di avere riposto tra le mani giuste la propria fiducia.
“Mi fido di te”.
E’ il sollievo più dolce che si possa esprimere.
L’impegno più potente che si possa assumere.
Mi fido e godo del frutto della mia fiducia: la libertà.
La libertà di sentirmi al sicuro, di sapermi protetto dallo sguardo docile, tenero e compassionevole di chi mi ama.
Non temere – dice Gesù.
Non temere – dice chi, pur avendo sofferto il tradimento e le manipolazioni dell’uomo, offre la sua totale misericordia.
Non temere – dice chi ama senza compromessi.
Sii fermo nella tua speranza perchè ci sono Io a vegliare su di te.
Qualunque cosa accada, tu non perdere la fede.
Sii fermo nella consapevolezza che tutto si sistemerà.
Anche nello smarrimento, nella paura, nella povertà.
Conserva la tua fede.
Guardami.
Io sono qui, abbandonato su una croce, flagellato dai tuoi limiti, sottomesso dai tuoi dubbi, ma tu non preoccuparti.
Io sono qui e non smetto di impastare la tua vita con la mia Luce.
Non smetto di amarti.
Amen.

Guidami tu, stella variabile, fin che puoi.
Vittorio Sereni

ASCOLTA L’AUDIO

No Comments

Post a Comment

This function has been disabled for La bellezza ritrovata.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi